domenica 26 maggio 2024     +39.347.3268683     redazione@iltrafiletto.it
Il Trafiletto notizie su Teramo e Abruzzo in tempo reale

ico title sx Alba Adriatica. La SS16 senza strisce pedonali approda in consiglio comunale ico title dx

Attualità
Cronaca
Politica

Dopo la denuncia dei cittadini, a interpellare la giunta è il consigliere Massimo Marconi

Il 6 aprile raccontavamo del nostro giro per Alba Adriatica, segnalando quanto ci denunciavano alcuni residenti di via Ascolana e località Basciano: lungo la SS16 nel comune albense non ci sono strisce pedonali e per l'intero quartiere è impossibile uscire a piedi o in bicicletta con i bambini per raggiungere il lido. Nel video realizzato riportavamo anche il percorso che è necessario fare per trovare eventualmente un attraversamento pedonale, oltre alla risposta di Anas che, interpellata proprio dai cittadini sulla problematica, rispondeva che la realizzazione di attraversamenti pedonali "deve rientrare nell'ambito di una pianificazione degli itinerari pedonali urbani di competenza del Comune e la scrivente Struttura Territoriale potrà occuparsi unicamente del rilascio di eventuale autorizzazione".

Nell'ultimo consiglio comunale Massimo Marconi, gruppo consiliare SiAmo Alba, ha sollevato un'interrogazione proprio sulla tematica. 

"A seguito degli ultimi articoli apparsi sulla stampa, circa dieci giorni fa, in riferimento all’assenza degli attraversamenti pedonali, ma anche di un passaggio pedonale idoneo a consentire il transito dei pedoni in totale sicurezza, da via Ascolana zona ovest alla parte est di Alba Adriatica, giusto per intendere in via Roma ed in via Abruzzo", si legge nella sua interrogazione, "si chiede: risponde al vero che alcuni cittadini già dal 2022 hanno fatto presente all’Ente le reali problematiche che investono tutti gli abitanti dell’ultimo tratto di via Ascolana e di via Collebianco, aggravatesi con la realizzazione delle rotatorie che rendono sempre più difficoltoso l’attraversamento in sicurezza dei pedoni, i quali per attraversare la carreggiata devono invadere la sede stradale a causa della mancanza, sia di un percorso pedonale a loro riservato, che di attraversamenti pedonali utili a consentire il passaggio in sicurezza? Risponde al vero che sempre gli stessi cittadini, in mancanza di risposta e di soluzioni utili, concrete ed idonee al fine della risoluzione della problematica da parte delle autorità competenti locali, Sindaco, Assessore e Responsabile dell’Ufficio competente, si siano rivolti all’Anas che con una missiva di agosto 2022, rispondeva loro: «l’eventuale realizzazione di percorsi pedonali, sarebbe stata autorizzata da Anas nell’ambito di una pianificazione di itinerari urbani rientranti nell’esclusiva competenza del Comune di Alba Adriatica, previa acquisizione della necessaria documentazione da parte del Comune stesso»?
all’Assessore alla Viabilità:
Atteso che circa un fa, caso vuole periodo elettorale, si realizzava all’esiguo costo di circa € 95.000,00, il solo arredo ed impianto di irrigazione delle due rotonde sulla SS. 16, si chiede perché in tale contesto non siano state prese in considerazione le giuste e ripetute segnalazioni di criticità, realizzando un percorso pedonale idoneo che consentisse ai cittadini della zona di attraversare in totale sicurezza.

Si chiede, infine, perché in tutto il tratto della Statale 16 dal confine con Martinsicuro a quello con Tortoreto vi sia un unico attraversamento pedonale in via del Biancospino, mentre nel tratto cittadino dei Comuni limitrofi gli attraversamenti pedonali sono piuttosto frequenti?
Si chiede risposta scritta per tutto quanto sopra e si sollecita un riscontro ai cittadini interessati con l’auspicio che possano vedere quanto prima risolti i loro disagi".

Attendiamo la risposta.

Galleria