lunedì 15 luglio 2024     +39.347.3268683     redazione@iltrafiletto.it
Il Trafiletto notizie su Teramo e Abruzzo in tempo reale

ico title sx Incidente mortale a Giulianova: arriva la ricostruzione completa della dinamica ico title dx

Attualità
Cronaca

La comunità si è stretta intorno agli affetti di Monica Tassoni

A un giorno dal tragico incidente che ha visto morire sul colpo la dipendente della Regione Abruzzo Monica Tassoni, arriva la ricostruzione di tutto l'accaduto grazie al post che si può leggere sulla pagina facebook di "Radio G Giulianova":

"E’ morta davanti agli occhi del figlio tredicenne che la precedeva in bicicletta. E’ caduta a terra “toccata” da un Suv in partenza al semaforo di via D’Annunzio e, cadendo, ha battuto la testa, morendo sul colpo e sull’asfalto una grande macchia di sangue a disegnare la tragedia Si è spenta così drammaticamente Monica Tassoni, 56 anni, dipendente della Regione Abruzzo, che stava tornando dal mare in bicicletta con il figlio, che, come detto, la precedeva ed entrambi al momento della disgrazia erano fermi davanti al semaforo che immette sulla Nazionale Adriatica e quindi alla loro abitazione al di là della strada. In base alla ricostruzione fatta dagli agenti della Polizia Stradale agli ordini del comandante Antonello Giusti, accanto alla donna, era fermo una Audi Q 5, con a bordo un romano in vacanza in questi giorni a Giulianova. Appena il verde ha dato via libera,. l’auto è ripartita ma ha finito con l’urtare contro la bicicletta della Tassoni, che le era accanto e con la donna caduta al suolo senza avere la possibilità di potersi riparare e quindi battendo violentemente la testa. Sotto gli occhi del figlio che ha assistito alla tragedia ed ha visto la mamma a terra che copriva il suo sangue. Scena terribile, ragazzino in lacrime e che chiedeva aiuto. In tanti sono accorsi appena avuto contezza di quanto accaduto. Più tardi sarà proprio lui ad andare a casa dei nonni per avvisarli. Il primo è stato un medico che si trovava nella fila di auto in attesa del verde e subito dopo il personale della Croce Rossa dell’ospedale. E’ stato inutile ogni tentativo di rianimare la Tassoni, che non dava più segni di vita mentre qualcuno prendeva parte il ragazzino ed altri avvisavano il marito, Orazio Pedicone, in passato dapprima giocatore e poi sempre all’interno del basket giuliese. Una volta sul posto, la Polstrada procedeva a transennare la zona e a interdire il traffico nel sottopasso e con i poliziotti a disciplinare il traffico anche le guardie della Polizia Municipale. Di quanto accaduto veniva informata la Procura ed il Pm di turno, la dottoressa Greta Aloisi, disponeva che la salma venisse trasportata all’obitorio dell’ospedale di Teramo perché domani si possa procedere all’esame autoptico. La Tassoni ha anche un altro figlio, di ventiquattro anni. Il presidente Marco Marsilio in una nota scrive che . Anche il sindaco Jwan Costantini e l’amministrazione comunale esprimono sincero dolore e si stringono alla famiglia di Monica Tassoni, sentendo di rappresentare oggi il sentimento dell’intera città. Alla famiglia porgono le più sentite condoglianze e si stringono ai suoi cari nella speranza che l’affetto e la vicinanza della comunità giuliese possano essere di sostegno in queste ore di indicibile sconforto.> Ed ancora cOltura politica e Nos noi:Nuovi orizzonti per la sinistra di Giulianova ,appresa la notizia del tragico incidente ".

Galleria