domenica 26 maggio 2024     +39.347.3268683     redazione@iltrafiletto.it
Il Trafiletto notizie su Teramo e Abruzzo in tempo reale

ico title sx Torricella Sicura. Di Nicola chiede al sindaco Palumbi di candidarsi al suo posto ico title dx

Attualità
Politica

di Nikasia Sistilli

Da Caino e Abele, a Romolo e Remo, a Eteocle e Polinice, le guerre fratricide nella storia sono esempio di come se si sfalda la famiglia raramente c'è un lieto fine per tutti. 

L'ha capito evidentemente il vicesindaco di Torricella Sicura e candidato a sindaco per le amministrative di giugno, Marco Di Nicola, che alla corona si è reso conto probabilmente di preferire la famiglia, quella squadra collaudata che si è creata nel corso dei tre mandati del sindaco uscente Daniele Palumbi e che ora inevitabilmente si era incrinata. Di Nicola, che era stato scelto per candidarsi a sindaco dopo Palumbi, ha dovuto fare i conti infatti con la rottura che si è creata con l'assessore Monica Di Blasio, che ha deciso di proseguire autonomamente e candidarsi anche lei a sindaco, fuori dalla coalizione di famiglia. 
Una faida questa che non sembrerebbe essere gradita a Marco Di Nicola, tanto da decidere signorilmente di fare un passo indietro e chiedere all'uscente Palumbi di candidarsi di nuovo, al suo posto, per dimostrare che a lui non interessa primeggiare e che se da questa decisione deve scaturire malcontento tra persone che hanno condiviso tre lustri amministrativi, è pronto a tornare al servizio di chi quella consiliatura l'ha guidata. 
Se Palumbi dovesse accettare il nobile gesto di Di Nicola (domani dovrebbe arrivare l'ufficialità), quante mani potrebbe mangiarsi l'emancipata Di Blasio? 

Galleria